Tiscali.it
SEGUICI

Rivoluzione nei mercati: il 2023 segna una luce in fondo al tunnel dopo il buio del 2022

In questo speciale di fine anno, analizziamo l'evoluzione dei mercati finanziari e dei vari asset, in un 2023 che ha segnato una netta ripresa dopo un 2022 travagliato. Una panoramica completa sull'andamento degli indici borsistici, valute, materie prime e criptovalute.

La Finanza Amichevoledi La Finanza Amichevole   

In questo episodio, analizziamo l'evoluzione dei mercati finanziari e dei vari asset, in un 2023 che ha segnato una netta ripresa dopo un 2022 travagliato.

L'anno è stato caratterizzato da significativi recuperi in molti mercati azionari globali. In testa alla classifica c'è il MERVAL argentino che ha fatto registrare un'incredibile crescita del +358,88%, seguito dal FTSE egiziano con un +66,95% e dal FTSE/ATHEX MID-CAP greco che chiude con un +59,47%. Anche gli Stati Uniti hanno visto risultati positivi, con il NASDAQ 100 e il NASDAQ COMPOSITE in crescita del +53,81% e +43,42% rispettivamente.

In Europa, il FTSE MIB italiano ha mostrato una crescita del +28,03%, mentre l'indice IBEX 35 spagnolo e il DAX tedesco hanno seguito con guadagni rispettivi del +22,76% e +20,31%. L'OMX STOCKHOLM svedese e il CAC 40 francese non sono stati da meno, segnando rispettivamente +17,26% e +16,52%.

In Asia, il NIKKEI 225 giapponese ha sorpreso con un +28,24%, seguito dal FTSE TWSE 50 taiwanese e dal NIFTY 50 indiano, con un +24,87% e +20,03% rispettivamente.

TOP (Mondo)

  1. MERVAL (Argentina) +358,88%
  2. FTSE (Egitto) +66,95%
  3. FTSE/ATHEX MID-CAP (Grecia) +59,47%
  4. NASDAQ 100 (Stati Uniti) +53,81%
  5. NASDAQ COMPOSITE (Stati Uniti) +43,42%

FLOP (Mondo)

  1. SHANGHAI STOCK EXCHANGE B SHARES (Cina) -17,87%
  2. MSCI CHINA A (Cina) -15,30%
  3. SET (Thailandia) -15,15%
  4. HANG SENG CHINA ENTERPRISES (Cina) -13,97%
  5. MSCI CHINA (Cina) -13,26%

EUROPA (i principali)

  • FTSE MIB (Italia) +28,03%
  • IBEX 35 (Spagna) +22,76%
  • DAX (Germania) +20,31%
  • OMX STOCKHOLM (Svezia) +17,26%
  • CAC 40 (Francia) +16,52%
  • AEX (Olanda) +14,20%
  • STOXX EUROPE 600 +12,74%
  • ATX (Austria) +9,87%
  • SMI (Svizzera) +3,81%
  • FTSE 100 (Regno Unito) +3,78%

AMERICHE (i principali)

  • MERVAL (Argentina) +358,88%
  • NASDAQ COMPOSITE (Stati Uniti) +43,42%
  • S&P 500 (Stati Uniti) +24,23%
  • IBOVESPA (Brasile) +22,28%
  • MEXICO IPC (Messico) +18,34%
  • DOW JONES INDUSTRIAL (Stati Uniti) +13,70%
  • S&P/TSX COMPOSITE (Canada) +8,12%

ASIA (i principali)

  • NIKKEI 225 (Giappone) +28,24%
  • FTSE TWSE 50 (Taiwan) +24,87%
  • NIFTY 50 (India) +20,03%
  • KOSPI COMPOSITE (Corea del sud) +18,73%
  • S&P/ASX 200 (Australia) +7,84%
  • SHANGHAI A (Cina) -3,68%
  • SHENZHEN STOCK EXCHANGE A SHARE (Cina) -6,97%
  • HANG SENG (Hong Kong) -13,82%
  • SET (Thailandia) -15,15%

 

VALUTE: l'Euro si rafforza

L'EUR/JPY ha registrato un incremento notevole del +10.76%, mentre l'EUR/NZD, EUR/USD e EUR/AUD hanno mostrato guadagni più moderati. In termini di perdite, l'EUR/GBP e l'EUR/CHF hanno subito cali del -2.20% e -6.18% rispettivamente.

  • EUR/JPY +10.76%
  • EUR/NZD +3.54%
  • EUR/USD +3.14%
  • EUR/AUD +3.01%
  • EUR/CAD +0.92%
  • EUR/GBP -2.20%
  • EUR/CHF -6.18%

 

MATERIE PRIME: Oro in aumento, calo per il petrolio

L'oro è cresciuto del +13,11%, offrendo una scialuppa di salvataggio ai suoi investitori. Tuttavia, il petrolio, sia il Brent che il WTI, ha mostrato un decremento, rispettivamente del -10,37% e -11,43%. Altri prodotti come la soia, il grano e il mais hanno registrato cali significativi.

  • ORO +13,11%
  • ARGENTO -0,72%
  • RISO GREZZO -4,13%
  • PLATINO -7,34%
  • PETROLIO BRENT -10,37%
  • PETROLIO WTI -11,43%
  • FARINA DI SOIA -19,41%
  • GRANO -20,61%
  • OLIO DI SOIA -25,04%
  • MAIS -30,62%
  • PALLADIO -38,40%

 

RENDIMENTO DEI TITOLI DI STATO A 10 ANNI

Australia 4,02%
Austria 2,62%
Belgio 2,57%
Danimarca 2,25%
Finlandia 2,56%
Francia 2,54%
Germania 2,03%
Irlanda 2,51%
Italia 3,71%
Norvegia 3,30%
Olanda 2,34%
Polonia 5,10%
Portogallo 2,78%
Regno Unito 3,68%
Repubblica Ceca 3,81%
Singapore 3,23%
Slovacchia 3,27%
Slovenia 3,05%
Spagna 2,91%
Svezia 2,05%
Svizzera 0,73%

 

SPREAD BTP/BUND: Osservato Speciale

Lo spread tra i titoli di stato italiani e tedeschi è stato un indicatore chiave, chiudendo a 167,68.

L’andamento dal 1 gennaio 2023

 

CRIPTOVALUTE: Un anno di altalene

Il settore delle criptovalute ha visto risultati contrastanti: Solana ha avuto una crescita straordinaria del +967,33%, mentre Bitcoin e Ethereum hanno mostrato aumenti considerevoli del +154,78% e +92,44%. Alcune cripto come Dora Factory e Callisto Network hanno subito cali drammatici.

TOP

  • SOLANA + 967,33%
  • AI +651,07%
  • MERIT CIRCLE + 579,60%
  • IMMUTABLE X +502,60%
  • HELIUM (HNT/USD) +346,13%

FLOP

  • DORA FACTORY -97,54%
  • CALLISTO NETWORK -84,97%
  • MIRROR PROTOCOL -84,63%
  • AUGUR -81,68%
  • PLANETWATCH -64,31%

LE PRINCIPALI

  • BITCOIN +154,78%
  • ETHEREUM +92,44%
  • BINANCE COIN +27,55%
  • RIPPLE +83,83%
  • CARDANO +147,72%
  • SOLANA +967,02%
  • ARBITRUM +0,00%
  • APTOS +180,85%
  • DOGECOIN +29,83%
  • STAKED ETHER +94,66%

 

Il 2023 si è rivelato un anno di significativa ripresa per la maggior parte dei mercati, anche se ci sono ancora molte incognite.
L’epoca dei tassi bassi è definitivamente finita, quanto abbiamo visto negli ultimi 5 anni è stata un’anomalia. L’impennata dell’inflazione e il rialzo dei tassi repentino, ci ha riportato bruscamente con i piedi per terra con forti impatti sui consumi e sulla crescita economica.

Nel 2024, si prevede che i tassi d'interesse più alti diventeranno una caratteristica permanente dell'economia globale, influenzando significativamente i mercati finanziari. Questo cambiamento, che segna un ritorno al valore del denaro, potrebbe offrire vantaggi agli investitori nel lungo termine, nonostante possa portare a una maggiore volatilità durante la fase di transizione.

Parallelamente, il prossimo anno si prospetta come cruciale sul fronte politico, con elezioni in più di 60 paesi a livello mondiale, inclusi molti in Europa, Africa, America, Asia e Oceania. In Europa, si voterà per il rinnovo di diversi parlamenti nazionali e presidenze, con elezioni importanti in Austria, Belgio, Croazia, Lituania, Portogallo e Romania. Anche più a Est, si terranno elezioni in Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Moldavia, Nord Macedonia e Russia.

Negli Stati Uniti, l'attenzione sarà concentrata sulle elezioni presidenziali del 5 novembre, con una possibile sfida tra Joe Biden e Donald Trump. Altre elezioni rilevanti nel continente americano includono il Venezuela e il Messico.

In Asia, l'elezione del 13 gennaio a Taiwan sarà un punto focale, potenzialmente influenzando le relazioni con la Cina. Altre si svolgeranno in Bangladesh, Pakistan, Mongolia e Iran. In Africa si prevedono elezioni in 16 paesi, tra cui Senegal, Algeria e Mozambico, nonché elezioni generali in Sud Africa.

Questi eventi politici avranno un impatto significativo sul panorama globale, influenzando le economie e i mercati finanziari in un anno di transizione, potenziale instabilità e volatilità. Ma decisamente migliore di quanto visto nel 2022.

La citazione di oggi è la seguente:

“Non è tanto importante comprare al prezzo più basso possibile quanto comprare al momento giusto.”
Jesse Livermore

Rendiamo la finanza amichevole, vi aspetto.

Per chi vuole acquistare i libri, il cui ricavato andrà totalmente a favore dell'associazione Dravet Italia:

https://www.amazon.it/kindle-dbs/entity/author/B08FF1ZFV9

Adesso puoi anche dialogare con il mio "Gemello Digitale", per chiedere le informazioni che ti servono in materia di educazione finanziaria. Clicca sul seguente link: Digital Twin

La Finanza Amichevoledi La Finanza Amichevole   
I più recenti
Una terribile indiscrezione del Financial Times fa venire i brividi a Giorgia Meloni. Cosa sta...
Una terribile indiscrezione del Financial Times fa venire i brividi a Giorgia Meloni. Cosa sta...
La Bce taglia i tassi di interesse: ecco di quanto scendono le rate del mutuo
La Bce taglia i tassi di interesse: ecco di quanto scendono le rate del mutuo
La classe media tradita dal mattone: cosa emerge dai dati di Bankitalia
La classe media tradita dal mattone: cosa emerge dai dati di Bankitalia
Quanti soldi bisogna guadagnare per essere felici? La risposta della scienza
Quanti soldi bisogna guadagnare per essere felici? La risposta della scienza
Le Rubriche

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

La Finanza Amichevole

Il progetto "La finanza amichevole" nasce da un'idea di Alessandro Fatichi per...

eNews

Notizie e riflessioni sul mondo degli investimenti