Tiscali.it
SEGUICI

L’andamento dei vari asset finanziari nel primo trimestre 2024: il punto

Man mano che il 2024 procede, gli occhi degli investitori rimarranno fissi su una serie di fattori chiave: le politiche monetarie delle banche centrali, l'evoluzione delle tensioni geopolitiche e l’andamento della ripresa economica. In questo contesto, la comprensione approfondita dei mercati sarà essenziale.

La Finanza Amichevoledi La Finanza Amichevole   

Nel contesto di un panorama economico globale in continua evoluzione, il primo trimestre del 2024 ha fornito una ricca vetrina delle dinamiche di mercato, con prevalenza di segni positivi soprattutto sul mercato azionario. Da quest’ultimo alle materie prime, passando per le valute e il mercato delle criptovalute, gli investitori hanno navigato tra sfide e opportunità, testimoniando cambiamenti significativi nei valori e nelle tendenze. Offriremo una panoramica dettagliata dell'andamento di questi mercati nel primo trimestre, mettendo in evidenza le performance di spicco e quelle meno brillanti, fornendo così una fotografia essenziale per comprendere le correnti sottostanti che plasmano il panorama finanziario globale.

INDICI AZIONARI

A livello di indici migliori e peggiori, prima di entrare in ogni continente, il MERVAL di Buenos Aires ha dominato la scena azionaria con un incremento strabiliante del +30,52%, mentre nel panorama europeo il FTSE MIB italiano ha brillato con un rialzo del +14,49%, sottolineando la forza di alcune economie del vecchio continente. In Asia, il NIKKEI 225 giapponese ha registrato un'impennata del +20,63%, riflettendo la positiva risposta del mercato alle politiche economiche e agli stimoli.

Sul fronte opposto, il BRAZIL IBOVESPA ha subito un calo del -4,53%, riflettendo le preoccupazioni economiche locali e un clima di incertezza politica, con anche il NASDAQ Chile ha registrato una performance negativa, con un -5,97%, indicando potenziali sfide all'interno dei mercati emergenti.

Europa

Gli indici azionari europei hanno registrato un andamento prevalentemente positivo, guidato dal FTSE MIB con un guadagno del +14,49%, seguito dall'AEX olandese con +12,07%. Il DAX tedesco ha anch'esso mostrato una notevole forza, crescendo del +10,39%. Al contrario, indici come il FTSE 100 e l'ATX Austrian hanno mostrato guadagni più moderati, rispettivamente del +2,84% e del +2,94%.

FTSE MIB +14,49%
AEX +12,07%
DAX +10,39%
IBEX 35 +9,63%
CAC 40 +8,78%
OMX NORDIC 40 +8,67%
STOXX EUROPE 600 +7,02%
SMI +5,32%
OMX STOCKHOLM 30 +5,10%
ATX AUSTRIAN +2,94%
FTSE 100 +2,84%

Americhe

Come detto in precedenza, il MERVAL di Buenos Aires si è distinto con un eccezionale aumento del +30,52%, mentre il S&P 500 statunitense ha avuto un solido aumento del +10,16%. Tuttavia, sono da notare anche le performance negative del MEXICO IPC e del BRAZIL IBOVESPA, con cali rispettivamente di -0,06% e -4,53%.

MERVAL BUENOS AIRES +30,52%
MSCI PERU +15,83%
NASDAQ COLOMBIA  +12,67%
S&P 500 +10,16%
NASDAQ COMPOSITE +9,11%
NASDAQ 100 +8,49%
S&P/TSX COMPOSITE +5,77%
DOW JONES INDUSTRIAL +5,62%
MEXICO IPC -0,06%
BRAZIL IBOVESPA -4,53%
NASDAQ CHILE -5,97%

Asia

L'Asia ha visto il NIKKEI 225 giapponese e il FTSE TWSE TAIWAN 50 Index ottenere guadagni straordinari, rispettivamente del +20,63% e del +19,08%. All’opposto, l'Hong Kong HANG SENG e lo SHENZHEN Stock Exchange A Share hanno sperimentato cali, con -2,97% e -4,92%.

NIKKEI 225 +20,63%
FTSE TWSE TAIWAN 50 +19,08%
TOPIX +17,00%
S&P/ASX 200 +4,03%
KOSPI COMPOSITE +3,44%
NIFTY 50 +2,74%
MSCI SINGAPORE +2,24%
SHANGHAI A +2,22%
SET THAILAND -2,68%
HONG KONG HANG SENG -2,97%
SHENZHEN STOCK EXCHANGE A SHARE -4,92%

Africa

Il mercato africano è stato tra i più misti, con il STOXX Morocco in crescita del +4,54% mentre il Dow Jones South Africa ha subito una diminuzione del -4,61%.

STOXX MOROCCO +4,54%
STOXX TUNISIA +2,86%
S&P AFRICA 40 INDEX -1,06%
DOW JONES SOUTH AFRICA -4,61%

MATERIE PRIME

Nel settore delle materie prime, il petrolio WTI e il Brent hanno registrato aumenti del +15,88% e +13,61% rispettivamente, sospinti da un recupero della domanda globale e dalle tensioni geopolitiche.

L'oro ha anche visto una significativa crescita dell'8,18%, fungendo da bene rifugio.

Il platino e il palladio hanno entrambi registrato cali significativi, rispettivamente del -8,19% e -8,08%, influenzati da cambiamenti nelle dinamiche di offerta e domanda, così come da speculazioni di mercato.

Petrolio WTI +15.88%
Succo d'arancia +15.11%
Petrolio Brent +13.61%
Gasolio +12.77%
Oro +8.18%
Argento +4.91%
Rame +3.60%
Palladio -8.08%
Platino -8.19%
Mais -8.58%
Semi di soia -8.82%
Grano -12.27%
Gas Naturale -15.85%

CAMBIO EURO

L'euro ha mostrato una forza notevole contro lo yen giapponese (+4,96%) e il franco svizzero (+4,83%). Tuttavia, ha perso terreno rispetto al dollaro statunitense, con un calo del -2,25%.

EUR/JPY              +4.96%
EUR/CHF             +4.83%
EUR/NZD            +3.27%
EUR/AUD            +2.27%
EUR/CAD            -0.08%
EUR/GBP             -1.29%
EUR/USD            -2.25%

RENDIMENTO DEI TITOLI DI STATO A 10 ANNI

I rendimenti variano notevolmente tra i vari paesi, dal 5,51% della Polonia allo 0,72% della Svizzera.

Australia 4.06%
Austria 2.84%
Belgio    2.82%
Danimarca 2.33%
Finlandia 2.83%
Francia 2.82%
Germania 2.31%
Irlanda  2.71%
Italia 3.71%
Norvegia 3.63%
Olanda 2.58%
Polonia 5.51%
Portogallo 2.99%
Regno Unito 3.98%
Repubblica Ceca 4.05%
Slovacchia 3.54%
Singapore 3.26%
Slovenia 3.06%
Spagna 3.12%
Stati Uniti 4.27%
Svezia 2.43%
Svizzera 0.72%

CRIPTOVALUTE (le principali a livello di capitalizzazione)

Il mercato delle criptovalute ha visto un boom significativo, con Bitcoin (+65,32%) e Ethereum (+53,91%) che hanno guidato la corsa. Binance Coin e Dogecoin hanno registrato guadagni straordinari, rispettivamente del +96,54% e +138,10%.

Bitcoin (BTC/USD) +65,32%
Ethereum (ETH/USD) +53.91%
Solana (SOL/USD) +88,92%
Tether (USDT/USD) -0,04%
Binance Coin (BNB/USD) +96,54%
Ripple (XRP/USD) +2,50%
Staked Ether (STETH/USD) +53,56%
Dogecoin (DOGE/USD) +138,10%
Cardano (ADA/USD) +11,91%
Avalache (AVAX/USD) +38,51%

Il primo trimestre del 2024 ha delineato una tendenza quasi totalmente positiva sui mercati azionari. La crescita di mercati specifici come l'Argentina e il Giappone accanto al rialzo delle criptovalute rappresenta la capacità degli investitori di trovare valore in scenari diversificati.

Man mano che il 2024 procede, gli occhi degli investitori rimarranno fissi su una serie di fattori chiave: le politiche monetarie delle banche centrali, l'evoluzione delle tensioni geopolitiche e l’andamento della ripresa economica. In questo contesto, la capacità di adattamento e la comprensione approfondita dei mercati saranno essenziali per navigare le acque dell'economia globale.

La citazione di oggi è la seguente:

“Le previsioni possono dirti molto sul carattere di chi le fa; ma non ti dicono nulla sul futuro.”
Warren Buffett

Rendiamo la finanza amichevole, vi aspetto.

Per chi vuole acquistare i libri, il cui ricavato andrà totalmente in beneficenza:

https://www.amazon.it/kindle-dbs/entity/author/B08FF1ZFV9

Adesso puoi anche dialogare con il mio "Gemello Digitale", per chiedere le informazioni che ti servono in materia di educazione finanziaria. Clicca sul seguente link: Digital Twin

La Finanza Amichevoledi La Finanza Amichevole   

I più recenti

Proteggi il tuo domani: il punto sull’assicurare la propria salute
Proteggi il tuo domani: il punto sull’assicurare la propria salute
Gli Oscar della finanza: la notte delle stelle dell'investimento
Gli Oscar della finanza: la notte delle stelle dell'investimento

Le Rubriche

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

La Finanza Amichevole

Il progetto "La finanza amichevole" nasce da un'idea di Alessandro Fatichi per...

eNews

Notizie e riflessioni sul mondo degli investimenti