Tiscali.it
SEGUICI

Offerte luce per la casa: tariffa monoraria, bioraria o multioraria?

I prezzi applicati ai consumi di energia non sono sempre gli stessi nel corso di una giornata. La guida

di Contenuto sponsorizzato   
Offerte luce per la casa: tariffa monoraria, bioraria o multioraria?

Quando si parla di offerte di energia elettrica è innanzitutto necessario distinguere fra tariffe monoraria, bioraria e multioraria. I prezzi applicati infatti ai consumi di energia non sono sempre gli stessi nel corso di una giornata e a seconda della tariffa scelta possono esserci differenze più o meno rilevanti sull’importo della bolletta.  

Le diverse luce casa offerte infatti si basano essenzialmente sul meccanismo delle cosiddette fasce orarie. Cerchiamo quindi di capire come funziona tale meccanismo.

Le tre fasce orarie

Nell’ambito del mercato dell’energia elettrica si distinguono le seguenti tre fasce orarie stabilite dall’ARERA, ovvero dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente:

  • fascia F1: dal lunedì al venerdì, dalle 8:00 alle 19:00, fatta eccezione per le festività nazionali (Capodanno, Epifania, Festa della Repubblica ecc.);
  • fascia F2: dal lunedì al venerdì (giorni feriali), dalle 7:00 alle 8:00 e dalle 19:00 alle 23:00; il sabato dalle 7:00 alle 23; sono escluse le festività nazionali;
  • fascia F3: dal lunedì al sabato dalle 00:00 alle 7:00 e dalle 23:00 alle 24:00; domeniche e festivi tutta la giornata.

In sostanza si distingue tra orari di punta, orari intermedi e sera e week-end. A seconda della fascia oraria i prezzi dell’energia variano; il motivo di queste variazioni dipende che in certi orari, tipicamente quelli diurni, la richiesta è maggiore a causa delle varie attività lavorative (negozi, uffici, stabilimenti produttivi ecc.).

Le tariffe luce: monoraria, bioraria e multioraria

Basandosi sulle fasce orarie, si distinguono tre tariffe diverse: monoraria, bioraria e multioraria.

Nella tariffa monoraria il costo dell’energia elettrica è invariato nel corso di tutta la giornata; la tariffa bioraria si basa invece su due fasce: F1 e F23, quest’ultima è in pratica l’accorpamento delle fasce F2 e F3. La tariffa multioraria distingue tra le tre fasce. Le tariffe di ogni fascia variano a seconda del fornitore di energia elettrica.

Quale tariffa scegliere?

Quale tariffa scegliere quando siamo in procinto di stipulare un contratto per la fornitura di energia elettrica? Dipende dalle proprie abitudini di consumo. La tariffa monoraria può essere presa in considerazione da coloro che pensano di consumare molta energia durante le ore di punta, quelle della fascia F1, quando i costi dell’energia elettrica sono più elevati. È per esempio il caso di coloro che svolgono un’attività lavorativa in ambito domestico o di quelle famiglie in cui uno o più componenti rimangono a casa.

La tariffa bioraria è un’opzione che consente di ridurre molto l’importo della bolletta qualora il maggior consumo energetico si concentri nella fascia 23 (quella che unisce le fasce F2 ed F3).

La tariffa multioraria distingue invece fra i consumi effettuati nelle tre fasce.

In sostanza, la scelta tra una tariffa e l’altra dipende quindi dagli orari di utilizzo. In buona parte questi sono influenzati dall’attività lavorativa; coloro che stanno fuori casa per buona parte della giornata potrebbero trovare decisamente più convenienti le offerte biorarie o multiorarie visto che i loro maggiori consumi si concentreranno negli orari in cui le tariffe sono più basse.

Molto contano anche i comportamenti come per esempio l’utilizzo di determinati elettrodomestici energivori durante le ore notturne; è per esempio decisamente più conveniente fare la lavatrice o la lavastoviglie durante le ore notturne piuttosto che nel corso della mattinata.

Scegliere la tariffa più consona alle proprie abitudini e seguire norme virtuose di comportamento nell’utilizzo delle apparecchiature che consumano molta energia può portare a considerevoli risparmi economici.

 

 

di Contenuto sponsorizzato   
I più recenti
L'aumento dei dazi Ue per i veicoli elettrici cinesi scatena lira di Pechino. Cosa sta succedendo e...
L'aumento dei dazi Ue per i veicoli elettrici cinesi scatena lira di Pechino. Cosa sta succedendo e...
Ita-Lufthansa, in dirittura d'arrivo decisione Commissione Ue
Ita-Lufthansa, in dirittura d'arrivo decisione Commissione Ue
Le Rubriche

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

La Finanza Amichevole

Il progetto "La finanza amichevole" nasce da un'idea di Alessandro Fatichi per...

eNews

Notizie e riflessioni sul mondo degli investimenti