Come ragionare sulla pianificazione finanziaria della famiglia

Qualsiasi obiettivo ci si ponga nella vita, il metodo migliore per raggiungerlo è la pianificazione. Questo vale anche per quanto riguarda la famiglia, che rappresenta un progetto di lungo termine.

Nell'immagine una copia giovane davanti al computer
by MoneyFarm

Formare una famiglia significa pensare a una casa adeguata dove vivere, sostenere i figli nella crescita e negli studi e altre attività che comportano ingenti investimenti. Tutto ciò richiede, per la maggior parte delle famiglie, un’adeguata pianificazione finanziaria.

Un piano per costruire la famiglia

La pianificazione finanziaria per la famiglia è uno strumento di programmazione nel quale si prevedono le risorse necessarie a vari obiettivi di spesa e si costruisce un piano concreto per accantonarle. Una corretta pianificazione familiare parte dalla valutazione della situazione patrimoniale (beni, immobili, conti redditi) ed economica (entrate e uscite mensili), congiuntamente alla stima dei bisogni attuali e futuri.

La differenza tra entrate e uscite attuali rappresenta la capacità di risparmio. Tutto ciò che non viene speso nell’immediato deve essere messo a profitto, attraverso un investimento, per far fronte alle spese future. Per fare questo bisogna individuare le strategie d’investimento adeguate, che calibrino il rischio a seconda dell’orizzonte temporale della spesa in questione.

La base della pianificazione è dunque la capacità di risparmio e la possibilità di individuare strategie d’investimento adeguate per impiegare quanto investito.

Alcune avvertenze

Nella pianificazione di lungo termine bisogna tenere conto che la capacità di risparmio tende a variare nel tempo. Un piano familiare messo a punto per consentire a un figlio di frequentare l’università, per esempio, deve tenere conto del fatto che i costi di sostentamento del ragazzo tendono a crescere del tempo e con essi potrebbe diminuire la capacità di risparmio.

Per mantenere ben dritta la rotta verso gli obiettivi, dunque, è necessario adottare una pratica di budgeting di tipo professionale. La Consob suggerisce di mettere in lista tutte le spese che si sostengono mensilmente, in ordine di rilevanza, in modo da poter capire qual è il margine per fare delle economie.

Bisogna poi ricordare che, come per qualsiasi piano, affidarsi a un’unica soluzione è rischioso, la diversificazione è sempre una regola d’oro in questi casi. Il suggerimento, per impostare in modo professionale la pianificazione familiare, è quello di rivolgersi a un consulente che sappia sostenere la famiglia nella visualizzazione degli obiettivi e delle strategie di investimento.

Scopri la gestione patrimoniale Moneyfarm, il consulente indipendente più apprezzato in Italia