Come investire 50.000€ nel 2021

Guida completa per un investitore che volesse investire 50.000€ senza sapere da dove iniziare.

Immagine decorativa
by MoneyFarm

Nel 2020 i mercati azionari sono prima crollati in seguito allo scoppio della pandemia per poi recuperare con grande velocità tornando a livelli record. Il 2021 segnerà l’inizio di un nuovo ciclo economico e in questa fase è necessaria particolare attenzione per approcciare gli investimenti perché sul mercato sono presenti sia rischi, sia grandi opportunità.

Investire 50.000 è sicuramente la scelta giusta in questa fase: ma bisogna fare attenzione a non commettere errori. Quando si investe non esiste una soluzione adatta a tutti: per questo il consiglio è quello di rivolgersi a un consulente finanziario. Meglio se indipendente.

Dove investire 50.000 euro?

A meno che tu non sia un esperto del settore, ci sentiamo di sconsigliarti il fai da te. Per investire la strada più diretta è rivolgersi a un intermediario:

- In banca puoi parlare con un consulente. Ma attenzione: ricorda sempre che la banca – come è normale che sia – ha bisogno nella maggior parte dei casi di vendere dei prodotti, magari non sempre adatti al tuo profilo di investitore. Potresti trovarti a scegliere tra soluzioni d’investimento non adeguate, anche per il sistema di incentivi distorto che è caratteristico del sistema bancario di distribuzione dei fondi.

- Un'altra opzione è quella di rivolgersi a un consulente finanziario indipendente, ti permette da un lato di ridurre i costi, dall’altro di non scontrarti con il conflitto di interesse. Chi opera in maniera indipendente, infatti, non riceve retrocessioni (commissioni) sugli strumenti finanziari consigliati all’investitore. Sia ben chiaro: esistono promotori e intermediari che lavorano per banche in buona fede. Il punto è che in un caso esiste il rischio di conflitto di interesse, nell’altro no.

Quale tipo di investimento scegliere e quanto mi costa?

Ma su quali asset puntare? Elaborare una strategia d’investimento non è semplice: si tratta di individuare il proprio appetito al rischio e il proprio orizzonte temporale per selezionare la combinazione di asset migliore per raggiungere i propri obiettivi. Bisogna trovare il giusto compromesso tra rendimenti e volatilità attesi delle asset class. I rendimenti potenziali variano in base al tipo di portafoglio che si costruisce, così come il rischio. Il ruolo primario della consulenza dovrebbe proprio essere quello di delineare il tuo profilo e i tuoi obiettivi.

Quanto costa investire?

Il controllo dei costi è un aspetto tanto fondamentale quanto spesso sottovalutato. Per chi investe 50.000 euro, anche un punto percentuale di costo può penalizzare il rendimento finale. Si tratta di 500€ all'anno che al posto di essere reinvestiti vengono esclusi dall'investimento. Quella per la gestione degli investimenti è una delle spese più ingenti sostenute da moltissime famiglie, anche se spesso non c’è completa consapevolezza di ciò.

Investire 50.000 in un conto deposito?

Un errore piuttosto comune è prediligere soluzioni a rendimento garantito con l'obiettivo di limitare i rischi. Per investitori alla ricerca di rendimenti potrebbe trattarsi di un errore, soprattutto in questa fase con il livello dei tassi che resterà basso ancora per lungo tempo. Accettare il rischio di mercato, generando rendimenti, è l’unico modo per proteggere il proprio capitale nel lungo periodo: si tratta semplicemente di individuare la strategia migliore per non incorrere in perdite eccessive o sorprese.