Riscattare gli anni di laurea conviene?

Immagine decorativa
by MoneyFarm

Riscattare la laurea vuol dire equiparare gli anni passati all’Università ad anni di lavoro al fine del calcolo pensionistico. Al fine del riscatto sono valide tutte le principali tipologie di diploma inclusi i cicli triennali, la specialistica, i dottorati e il vecchio diploma di laurea in vigore prima della riforma del 3+2. Sono validi anche i diplomi rilasciati dagli Istituti di Alta Formazione Artistica e Musicale, Per fare domanda bisogna collegarsi al portale dell’INPS.

Ma quanto costa riscattare gli anni di studio?

Esistono tre casistiche: il riscatto ordinario, il riscatto agevolato e il riscatto contributivo.

Il riscatto ordinario è valido per chi avesse frequentato l’università dopo il 1996. Il costo in questo caso si ricava applicando l’aliquota contributiva in vigore alla data di presentazione della domanda (quindi oggi alla retribuzione degli ultimi 12 mesi. Immaginiamo un lavoratore che guadagni 32.170 euro lordi: il costo per il riscatto di un anno di laurea sarebbe di circa 10.600 euro, ovvero l’aliquota del 33% applicata su 32.170 euro di retribuzione lorda.

Per il riscatto agevolato, invece, prorogato per tutto il 2022, l’importo da pagare si determina partendo dal minimale degli artigiani e commercianti in vigore nell’anno di presentazione della domanda. Per il 2021 il minimale era di 15.953 euro, mentre l’aliquota del 33%: il costo per riscattare quattro anni di corso con il riscatto agevolato è di circa 3500 euro.

Per riscattare periodi che si collochino prima del 1996 (sistema retributivo), l’importo della somma da versare varia in rapporto all’età, al periodo da riscattare, al sesso, all’anzianità contributiva totale e alle retribuzioni degli ultimi anni.

Possibilità di dedurre: i vantaggi fiscali

Importante ricordare che i contributi versati per il riscatto degli anni di laurea rientrano tra gli oneri deducibili e detraibili. L'’importo versato per il riscatto è infatti deducibile in toto dal reddito. Nel caso di figli a carico, invece, per il riscatto della laurea la legge garantisce una detrazione fiscale del 19%.

Conviene riscattare gli anni di laurea?

Insomma, per riscattare la laurea sono richieste cifre non marginali. Soprattutto quando si è giovani, investire una cifra del genere, per esempio, in una soluzione di previdenza integrativa, potrebbe portare maggiori benefici grazie alla possibilità di generare rendimenti, senza peraltro perdere la possibilità di detrarre parte del versamento. Insomma, ogni situazione merita una valutazione ad hoc e per questo è importante discutere con un professionista che abbia piena contezza della propria situazione prima di prendere un passo così importante.

Scopri la proposta di investimento socialmente responsabile di Moneyfarm.