Tiscali.it
SEGUICI

Il Green Deal europeo, il piano d'azione dell'UE per diventare la prima regione climaticamente neutrale al mondo

Mira a promuovere fonti di energia rinnovabili, ad aumentare l'efficienza energetica, a ridurre la dipendenza dai combustibili fossili, a proteggere la biodiversità e a rafforzare la resistenza contro i cambiamenti climatici entro il 2050.

La Finanza Amichevoledi La Finanza Amichevole   

Il Green Deal Europeo è un ambizioso piano d'azione dell'Unione Europea (UE) per diventare la prima regione climaticamente neutrale al mondo entro il 2050.

Si concentra sulla transizione verde e sulla riduzione delle emissioni di gas serra, migliorando allo stesso tempo la competitività e la qualità della vita dei cittadini europei.

Mira a promuovere fonti di energia rinnovabili, ad aumentare l'efficienza energetica, a ridurre la dipendenza dai combustibili fossili, a proteggere la biodiversità e a rafforzare la resistenza contro i cambiamenti climatici.

Comprende una serie di iniziative e proposte legislative tra cui la creazione di un mercato europeo dell'energia, la modernizzazione dell'industria, la mobilità sostenibile e la protezione della natura.

La road map per raggiungere gli obiettivi del Green Deal Europeo prevede diverse fasi:

- Impegno politico: priorità della Commissione Europea e sostenuto da tutti i membri dell'UE.
- Analisi di impatto: un'analisi dettagliata delle conseguenze economiche, sociali e ambientali delle azioni previste dal Green Deal.
- Legislazione: l'adottamento una serie di proposte legislative per attuare questo programma, tra cui la revisione delle norme sulle energie rinnovabili e della legislazione sulla qualità dell'aria, nonché la creazione di un mercato europeo dell'energia.
- Investimenti: la promozione d'investimenti in tecnologie verdi, infrastrutture sostenibili e capacità umane, attraverso una combinazione di finanziamenti pubblici e privati.
- Collaborazione: il lavoro con gli Stati membri, le imprese, le organizzazioni della società civile e la società in generale per promuovere la transizione verde e raggiungere gli obiettivi del Green Deal.
- Monitoraggio e revisione: il costante monitoraggio dell'efficacia delle azioni intraprese e sta adottando un approccio flessibile per affrontare le sfide e adattarsi ai cambiamenti.

Oltre alle fasi descritte, ci sono molte altre iniziative e azioni previste, tra cui:

- Mobilità sostenibile: trasformare i sistemi di trasporto per renderli più sostenibili, con l'obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra e migliorare la qualità dell'aria.
- Industria verde: cambiare l'industria europea per renderla più efficiente dal punto di vista energetico e ridurre le sue emissioni.
- Coesione sociale: garantire che la transizione verde sia equa e inclusiva, creando opportunità per tutti i cittadini europei.
- Educazione e formazione: promuovere l'educazione e la formazione per aumentare la consapevolezza sui cambiamenti climatici e le opportunità offerte dalla transizione verde.

Il Green Deal Europeo è stato lanciato solo nel 2019, quindi molte delle sue iniziative e azioni sono ancora in corso o in fase di implementazione. Tuttavia, alcune di esse sono state intraprese e alcuni progressi sono stati registrati nei seguenti ambiti:

- Energia pulita: l'UE ha adottato una nuova strategia per le energie rinnovabili e sta promuovendo l'uso di fonti di energia pulita.
- Biodiversità: l'UE sta proteggendo la biodiversità e gli ecosistemi naturali, ad esempio attraverso la creazione di nuove aree protette e la promozione di pratiche agricole sostenibili.
- Cambiamenti climatici: l'UE sta prevenendo e adattandosi ai cambiamenti climatici, ad esempio attraverso la cooperazione con gli Stati membri e la promozione di tecnologie bioclimatiche.

Il 2030 è la prima scadenza importante, la riduzione delle emissioni di gas serra nell'Unione dovrà essere almeno del 55% rispetto ai livelli registrati nel 1990.

Poi sino al 2050 il regolamento prevede una costante riduzione delle emissioni per arrivare alla transizione “green” per il raggiungimento della neutralità climatica.

La strada verso questo traguardo e una società più sostenibile è ancora lunga, ma l'UE sta facendo passi avanti significativi in questa direzione.

La citazione di oggi è la seguente:

“Non è importante che tu abbia ragione o torto, ma quanti soldi si fanno quando hai ragione e quanto si perde quando si ha torto.”
George Soros

Rendiamo la finanza amichevole, vi aspetto.

Per chi vuole acquistare i libri, il cui ricavato andrà totalmente a favore dell'associazione Dravet Italia:

https://www.amazon.it/kindle-dbs/entity/author/B08FF1ZFV9

 

La Finanza Amichevoledi La Finanza Amichevole   
I più recenti
Una terribile indiscrezione del Financial Times fa venire i brividi a Giorgia Meloni. Cosa sta...
Una terribile indiscrezione del Financial Times fa venire i brividi a Giorgia Meloni. Cosa sta...
La Bce taglia i tassi di interesse: ecco di quanto scendono le rate del mutuo
La Bce taglia i tassi di interesse: ecco di quanto scendono le rate del mutuo
La classe media tradita dal mattone: cosa emerge dai dati di Bankitalia
La classe media tradita dal mattone: cosa emerge dai dati di Bankitalia
Quanti soldi bisogna guadagnare per essere felici? La risposta della scienza
Quanti soldi bisogna guadagnare per essere felici? La risposta della scienza
Le Rubriche

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

La Finanza Amichevole

Il progetto "La finanza amichevole" nasce da un'idea di Alessandro Fatichi per...

eNews

Notizie e riflessioni sul mondo degli investimenti